News

5 Gennaio 2022

Elisuperficie della Protezione Civile regionale, precisazione

Il dirigente della Sezione Protezione civile Nicola Lopane, con riferimento alle notizie stampa circa l’elisuperficie della Protezione Civile regionale “mai utilizzata”, dopo una relazione fatta dall’Ufficio, precisa quanto segue.

“Il progetto dell’elisuperficie della Protezione Civile presso la sede della PC regionale nasce dall’esigenza strategica di avere a dotazione del Centro Operativo Regionale di PC una elisuperficie, omologata anche per i voli notturni, utilizzabile dagli elicotteri impiegati in attività di emergenza, SAR ed elisoccorso, di immediata utilizzabilità h24 utilizzabile non solo come base di elisoccorso ma anche per tutte quelle attività che richiedono il trasferimento rapido di personale, materiali ed attrezzature sugli scenari emergenziali anche da parte di altri enti che svolgono attività di soccorso con velivoli ad ala rotante (FF.OO., FF.AA., VV.F., C.P., A.M., M.M., altri Enti).

L’esperienza del terremoto in Albania ed i trasferimenti di pazienti Covid tra le Regioni attivati tramite la CROSS (Centrale Remota Operazioni Soccorso Sanitario – Cfr. Direttiva Presidenza Consiglio dei Ministri DPC 24.06.2016) sono solo alcuni esempi che dimostrano la necessità di avere una elisuperficie con tali caratteristiche.

Sul territorio di Bari le uniche strutture utilizzabili al momento sono:

1) Aeroporto Civile di Bari i cui tempi non sono compatibili con esigenze emergenziali ed il cui accesso richiede procedure non immediate anche in funzione del traffico civile;

2) Elisuperficie del Policlinico di Bari che è limitato ai soli velivoli con peso al decollo inferiore a 4.000Kg, cioè impossibile da utilizzare per quasi tutti gli elicotteri che fanno elisoccorso, SAR ed il soccorso in genere. Inoltre su quella elisuperficie non è possibile imbarcare ad esempio materiali se non personale sanitario e barelle per trasferimento di feriti in quanto l’elisuperficie è situata sul tetto di un edificio nel comprensorio del Policlinico.

Ciò premesso, i lavori sono terminati da qualche mese e si sta procedendo alla raccolta delle certificazioni degli impianti e della documentazione da inviare ad ENAC.

L’elisuperficie non è utilizzabile finchè ENAC non emette eventuali prescrizioni ovvero l’autorizzazione all’utilizzo.

Tale procedura richiede da parte di ENAC l’analisi della documentazione, la verifica della rispondenza alle normative aeronautiche ed alle circolari e altre norme specifiche ENAC per la realizzazione delle elisuperfici ivi comprese le caratteristiche della categoria di utilizzo prevista.

Espletata tale procedura ENAC emette eventuali prescrizioni ovvero l’autorizzazione all’utilizzo dell’elisuperficie secondo il Decreto Ministero Infrastrutture e Trasporti del 01.02.2006 e succ. modifiche e integrazioni.

Ultimi articoli

To be Ready 10 Gennaio 2022

Progetto di Cooperazione Europea

Progetto di Cooperazione Europea “To Be Ready”- Interreg IPA CBC Italia, Albania Montenegro: Protezione Civile Puglia e UNIBA insieme per la tutela del territorio.

News 5 Gennaio 2022

Elisuperficie della Protezione Civile regionale, precisazione

Il dirigente della Sezione Protezione civile Nicola Lopane, con riferimento alle notizie stampa circa l’elisuperficie della Protezione Civile regionale “mai utilizzata”, dopo una relazione fatta dall’Ufficio, precisa quanto segue.

Volontariato 23 Dicembre 2021

Cerimonia di ringraziamento per le associazioni di Protezione Civile

Cerimonia di ringraziamento pubblico da parte della Protezione Civile Regione Puglia rivolto alle Associazioni di Protezione Civile ed a tutti i Volontari impegnati attivamente nelle attività di emergenza coronavirus.

Comunicazione 23 Dicembre 2021

Cooperazione Europea: un’opportunità per la tutela dei territori

Protezione Civile-Regione Puglia, 14 project partners e Croazia, insieme per la protezione transfrontaliera dell’ambiente costiero adriatico, della sua biodiversità e dei suoi territori.

torna all'inizio del contenuto