null 2nd Technicall Meeting of the Task Force 2 on the Pilot actions preventing risks from oil spills in the Adriatic Sea

2nd Technicall Meeting of the Task Force 2 on the Pilot actions preventing risks from oil spills in the Adriatic Sea

In the frame of the FIRESPILL Project, the Civil Protection Department of Puglia Region organized, as Partner coordinator of Task Force 2, the 2nd technical meeting held on 8th October for the implementation of the Activity “OIL SPILLS AND OTHER MARINE HAZARDS PILOTS DEPLOYMENT”. The meeting was attended by the project partners involved in this activity, in detail Abruzzo Region, Adriatic Training and Research Centre for Accidental Marine Pollution Preparedness and Response – ATRAC, Environmental Protection Agency of Friuli Venezia Giulia and Region of Istria. The main topics of the meeting were the following:

  • to present the draft of the methodology for risk assessment for oil spills in the Adriatic Sea;
  • to share the model for the oil spill scenarios using oil spill trajectory models for tracking the movement of the oil slick, and oil spill dispersion model for predicting possible impacts to the environment are foreseen;
  • to plane the specialized exercises and simulations for coast guards and civil protection units, with at least one exercise having a CBC dimension.

2° Riunione Tecnica della Task Force 2 sulle Azioni Pilota di prevenzione dei rischi di oil spill nel Mare Adriatico

Nell’ambito del Progetto FIRESPILL, la Sezione della Protezione Civile della Regione Puglia ha organizzato, in qualità di Partner coordinatore della Task Force 2, il 2° incontro tecnico tenutosi l’8 ottobre 2021per l’attuazione dell’ Attività di “OIL SPILLS AND OTHER MARINE HAZARDS PILOTS DEPLOYMENT ”. All’incontro hanno partecipato i partner di progetto coinvolti in questa attività, in particolare Regione Abruzzo, il Centro di Formazione e Ricerca adriatico per la preparazione e la risposta all’inquinamento marino accidentale – ATRAC, l’Agenzia per la protezione ambientale del Friuli Venezia Giulia e Regione dell’Istria. I temi principali dell’incontro sono stati i seguenti:

  • presentare la bozza della metodologia per la valutazione del rischio di oil spill nel Mare Adriatico;
  • condividere il modello per gli scenari di fuoriuscita di petrolio utilizzando modelli di traiettoria al fine di tracciare il movimento della marea nera e modelli di dispersione di fuoriuscite di petrolio per prevedere i possibili impatti sull’ambiente;
  • pianificare le esercitazioni specifiche e le simulazioni per la Guardia Costiera e per la Protezione Civile, con almeno un’esercitazione avente dimensione CBC.

Pubblicato il 21 ottobre 2021